il 2019 inizia con 6 punti per gli Allievi

Gli allievi iniziano bene il girone di ritorno, prima vincendo facile di goleada, contro una delle due cenerentole del giorone, poi, oggi, dopo un turno di sosta forzata per maltempo, tornano a vincere a Cavezzo (MO). Partita molto difficile, ma che i nostri hanno portato a casa con grande merito, al termine di un incontro molto spigoloso. Tanti falli da una parte e dall’altra, ma soprattutto contro di noi, in quanto siamo noi ad attaccare con più continuità e loro riescono a fermarci solo con le maniere forti. Nessuna occasione clamorosa, ma per noi una supremazia che si concretizza con appunto molti calci piazziati che non sfruttiamo, anche per la bravura del loro portiere, e qualche bella azione dove semrpe i loro difensori chiudono all’ultimo i nostri attaccanti. Per il Cavezzo, invece solo un paio di contropiedi condotti dal loro temibile n.11 capocannoniere del campionato con 24 gol, che però noi ricordavamo bene dall’andata ed abbiamo marcato con attenzione.
Proprio la grande prestazione della linea difensiva, permette di portare a casa i 3 punti, perchè oltre a non prendere gol, fa ripartire sempre bene l’azione e permette agli altri di macinare gioco e azioni, sino a che, fortunatamente, circa a metà del secondo tempo, un loro difensore in difficoltà, colpisce la palla col braccio e ci regala un rigore che Jouin trasforma con freddezza.
Di seguito, la partita si inasprisce ulteriormente e le parti piano piano si invertono, con il Cavezzo che prende le redini della partita e noi sempre più chiusi a difendere il forte, per affidarci solo al contropiede.
Finisce così, tra la gioia e l’entusiasmo di tutti i ragazzi, che si traduce in un simpatico selfie negli spogliatoi, che purtroppo non possiamo postare perchè si vede un culo ed allora….postiamo la solita foto della squadra….ma se porta bene…..
Quindi, in conclusione, bravi tutti, compresi i tre che sono entrati negli ultimissimi minuti, che hanno dato una grinta ed un’energia determinante a mantenere il risultato, testimoniando il grande spirito di squadra.
Anche se tutti sono stati bravi, darei una menzione speciale a Marco Musacchi, il nostro roccioso difensore centrale, che non sbaglia un solo intervento, sempre un esempio di concentrazione ed abnegazione.